Siti ottimizzati per smartphone e tablet

Google penalizza i siti web che non si adattano ai dispositivi mobili. Ecco cosa fare.

Rivoluzione nel web: il colosso dei motori di ricerca penalizza il posizionamento dei siti internet che non si adattano agli smartphone.

 

Si sapeva che quel giorno prima o poi doveva arrivare, e così è stato. Da pochi giorni Google sta inviando delle comunicazioni ai webmaster (i tecnici che controllano i propri siti web) informando che quei siti che risultano avere pagine con criticità nell’esperienza d’uso sui dispositivi mobili saranno penalizzati.

Google penalizzazione  sito

 Cosa significa penalizzati?

Secondo il testo inviato da Google “Tali pagine non verranno considerate ottimizzate per i dispositivi mobili dalla Ricerca Google e verranno quindi mostrate e posizionate adeguatamente per gli utenti di smartphone”.

Tradotto significa che “dalla ricerca Google saranno penalizzati quei siti che non risultano offrire una buona esperienza d’uso agli utenti che usano gli smartphone”

Test Google esperienza utente mobile superatoGoogle penalizzazione sito: Test fallito

 

 

Quali sono le conseguenze?

Visto che la maggior parte degli accessi ad internet oggi avviene da smartphone e che il pubblico mobile è ormai preponderante, ci potrebbero essere degli stravolgimenti nelle visite ai siti non ottimizzati. Chi ha un sito non ottimizzato potrebbe di colpo essere penalizzato almeno nelle ricerche da smartphone e perdere potenzialmente un gran numero di visite e quindi di clienti.

 

Come faccio a vedere se il mio sito è considerato mobile friendly da Google?

Si può fare il controllo in autonomia andando alla pagina Page Speed Insight di Google e verificare il valore di esperienza utente. Nel caso in cui il test non venisse superato, sarebbe opportuno correre al più presto ai ripari. Ecco le soluzioni.

Quali soluzioni?

Abbiamo testato 2 tipi di soluzioni per adeguare il proprio sito ed ottenere il massimo punteggio e soprattutto venire incontro ai bisogni dei visitatori.

Sito Web Mobile da affiancare al proprio sito. È una versione ottimizzata per gli smartphone e pensata secondo le esigenze di accede al sito da mobile. Essendo specifico per gli utenti mobile è concettualmente studiato solo per chi accede in mobilità ed ogni azione è pensata per ottenere il massimo da chi usa lo smartphone. Un altro vantaggio è che la comunicazione sarà diversificata a seconda del dispositivo usato.

Rendere responsive il proprio sito. Il sito web responsive adatta il contenuto al dispositivo che lo visualizza andando a modificare la distribuzione delle colonne così da entrare anche nei display di piccole dimensioni. Se il sito è un po’ vecchio, potrebbe essere però necessario ristudiarlo ex novo diventando così occasione per ringiovanirlo un po’.

In entrambi i casi abbiamo appurato che è possibile raggiungere il massimo punteggio di usabilità secondo Google. La differenza tra le due soluzioni sta nella comunicazione che si deve offrire che determina quale delle due risulta essere la più adeguata.

Conclusioni

I dati sono chiari, gli smartphone sono la nuova frontiera per la comunicazione e lo scambio di informazioni.

Google penalizzerà chi non si adegua per cui ricostruire il proprio sito web è oggi una grande opportunità, a patto che venga pensato anche per venire incontro alle esigenze di chi vi accede via smartphone.

Chat WhatsApp
Invia WhatsApp
NederlandsEnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsРусскийEspañol